Call Us: 345 800 5325 Email: fightingconcept@hotmail.com
Facebook
Skype
Un viaggio verso l’interno
26 Gen, 2013. 0 Comments. . Posted By: Luciano

mokuso

Lavorare sull’individuo, questo è il nostro scopo.

Il percorso che normalmente viene seguito, nell’insegnamento di un sistema d’autodifesa, consente al praticante di apprendere il modo più corretto d’implementare le proprie capacità fisiche o “esterne”. Reattività, forza, coordinazione, agilità, istintività, velocità: queste e molte altre sono le abilità che vengono accresciute e consolidate; si ottengono con la pratica e la costanza ma nel tempo sono soggette a decadere, inevitabilmente.

La naturale aggressività dell’uomo viene usata come punto di partenza nell’insegnamento della disciplina: è indagata, studiata, portata a galla, fino ad arrivare alla sua piena comprensione. Il passaggio successivo è quello di sviluppare l’atteggiamento offensivo: attraverso lo studio della tecnica si passa dall’essere preda ad avere una posizione dominante, nel contesto di un’aggressione reale o di un combattimento sportivo (entrambi hanno una preparazione differente e dedicata).

Le abilità acquisite, nel corso degli anni e con l’avanzare dell’età, si perdono, come è nel ciclo naturale delle cose.

Per questo motivo è necessario, se non addirittura fondamentale, concentrarsi fin da subito su un aspetto primario della crescita individuale: lo sviluppo dell’io interiore. Attraverso la pratica della meditazione si giunge alla conoscenza profonda del proprio pensiero, ci si mette a nudo davanti alle emozioni, alle paure, ai complessi che fanno parte di ognuno. Si arriva individualmente a capire perché si è deciso di intraprendere il percorso dell’autodifesa, si scoprono i propri atteggiamenti e attitudini malsane, dove reagire per difenderci anzitutto da noi stessi.

La meditazione migliora la capacità di concentrazione e focus sugli obiettivi, permettendo in breve tempo di raggiungere miglioramenti nella pratica fisica, sia nella disciplina stessa che nelle attività quotidiane, qualsiasi esse siano. Essa è inoltre importantissima per l’autocontrollo, quello che ci permette di valutare la situazione e, in conseguenza, il nostro modo di agire e di affrontarla. Uno degli scopi del Sistema è quello di incanalare e saper far uso della propria aggressività: questo si ottiene conoscendola e avendo l’abilità di saperla gestire. Non saperlo fare comporta pesanti ripercussioni: ci si espone maggiormente al rischio di subire ulteriori danni, per non parlare delle aggravanti penali che possono far passare la vittima dalla parte del torto.

Ogni lezione prevede il momento di Mokuso (silenzio dei pensieri).

About the Author

Luciano

Related Posts

Aggiornamento tecnico con il Prof. Nuno Sampaio
Nuova Partnership!
Stage con il Prof. Nuno Sampaio.
I° Open Mat FCS Combat Team

No Comments Yet

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

X