Call Us: 345 800 5325 Email: fightingconcept@hotmail.com
Facebook
Skype
Kettlebells
26 Nov, 2010. 0 Comments. . Posted By: Luciano

Il Kettlebell è un attrezzo, mediamente in ghisa, di forma sferica, con il fondo piatto ed una maniglia nella sua parte superiore. Sembra che la sua forma tragga origine da attrezzi simili, riscontrabili in antiche scritture egizie e dell’estremo oriente di oltre 2000 anni fa. I monaci Shaolin utilizzavano delle giare opportunamente rinforzate e riempite di sabbia per i loro esercizi di potenziamento muscolare, che per concetto ricordano appunto i Kettlebell. Quello che invece è assolutamente certo è che nel 1704 all’interno di un dizionario russo era presente il termine
che indica i Kettlebell in Russo, Girya (proprio da giara),
cosa che ne indica necessariamente la già allora
esistenza. Ed è proprio nell’Ex Unione Sovietica che le
Girye assumono la massima notorietà nel XIX secolo in
concomitanza col primo sviluppo della cultura fisica.
Ai tempi ancora non esistevano manubri e bilancieri
classici, né tanto meno le moderne macchine
isotoniche, e , da attrezzi che usavano solamente gli
“Strongest Men” nelle loro esibizioni, le Girye ben
presto divennero l’unico strumento di preparazione
fisica sia nelle caserme militari che nelle scuole.

La durezza e l’efficacia del loro impiego portò addirittura a
creare nel 1948 delle competizioni sportive interamente
basate sul sollevamento delle Girye, suddivise in tre
specialità che sono arrivate sino ai giorni nostri, Snatch,
Jerk e Long Cycle. Nei primi anni ’80, il Ministero dello
Sport Sovietico decretò ufficialmente il “Girewoy Sport”
(il sollevamento delle Girye), come “Sport Ufficiale
Etnico delle Repubbliche Socialiste Sovietiche”.

Si deve al grande Maestro di Sport Russo Pavel Tsatsouline la
riscoperta per il mondo occidentale del valore di questo straordinario
attrezzo nell’epoca moderna.

I Kettlebell ci riportano alla vera essenza dell’allenamento: il semplice ma duro e costruttivo lavoro con un carico libero da vincoli imposte dalle varie macchine isotoniche, e in piedi, seguendo quella che è la condizione evolutiva umana! Lavorare
con un Kettlebell significa essere sempre presenti anche mentalmente, una minima distrazione ci può costare caro, ma proprio per questo riusciremo ad essere sempre coscienti del nostro corpo
nello spazio e per tutta una serie di motivi i risultati saranno scontati!
In virtù del fatto che per la conformazione stessa del Kettlebell il
carico è perfettamente decentrato rispetto all’impugnatura, sollevare
un Kettlebell richiede forza, capacità di presa, abilità, destrezza e
coordinazione. Per lavorare con un Kettlebell in maniera sicura ed
efficace, soprattutto nei movimenti balistici, dobbiamo essere in
grado di gestire il baricentro del nostro corpo rispetto al carico. Vuol dire che diventeremo più propriocettivi, riscopriremo cioè la percezione del nostro corpo nello spazio, riuscendo a gestire al meglio gli effetti della forza di gravità. In termini pratici riscopriremo tutta una serie di muscoli che sono fondamentali per la gestione delle normali attività quotidiane e dei gesti di ogni disciplina sportiva: gli stabilizzatori, muscoli fissatori della corretta postura delle articolazioni e muscoli motori delle catene muscolari. Ne risulta un forte impulso dei muscoli del Core* con miglioramenti di tutte le qualità fisiche e
della postura. Diventiamo più propriocettivi e quindi più rapidi e reattivi; più stabili e coordinati e quindi preveniamo e curiamo gli infortuni. Ma maggiore stabilità significa minore dispersione di tensione nell’esecuzione di un determinato movimento; maggiore coordinazione significa maggiore reclutamento muscolare (unità motorie che danno coordinazione intramuscolare) e maggior coordinazione di movimenti che implicano diversi muscoli posti sulla stessa catena muscolare (coordinazione
intermuscolare). Il tutto si traduce in maggiore Forza neuro-muscolare! Inoltre maggior Forza, abbinata a miglior Postura danno un miglior stato di salute. Tanto più che il Kettlebell Training, sviluppandosi sull’impiego di tutte le masse muscolari coordinate tra loro, ha un forte impatto anche sulle qualità aerobiche e cardiovascolari,
respiratorie e metaboliche. Ne risulta anche un miglioramento dell’efficienza cardiorespiratoria e della composizione corporea in termini di aumento della massa magra a scapito della massa grassa, il che significa maggior tono muscolare e maggior dimagrimento. Con la giusta programmazione, il Kettlebell Training ha una forte azione anche per il Body Building, ma rispetto alle classiche metodiche ed attrezzature permette di creare Massa Muscolare Funzionale, molto diversa dalla Massa Muscolare puramente Estetica del Body Building classico, che in termine di operatività e benessere fisico diventa una zavorra, quasi come lo è un eccesso di grasso.

Il Kettlebell Training è un allenamento globale e razionale, che va
oltre le semplici finalità estetiche e permette di eseguire un
allenamento neuro-muscolare basato sulla esecuzione dei movimenti
e dei gesti che il nostro corpo è in grado di fare e non si sofferma
sull’isolamento del singolo distretto muscolare fine a se stesso.
Il tanto rinomato negli ultimi tempi Allenamento Funzionale, non può
prescindere dal Kettlebell Training. Infatti allenarsi con i Kettlebell
significa allenarsi in maniera funzionale sia alle esigenze della vita
quotidiana che a quelle delle varie discipline sportive: coinvolgere i
tre piani di movimento( frontale, sagittale, trasversale) ed in maniera
combinata tra loro; coinvolgere sempre le catene muscolari e gli
stabilizzatori con accento particolare al Core* ; saper gestire i
movimenti improvvisi, le accelerazioni, le decelerazioni e i cambi di
direzione; saper gestire lo sviluppo delle azioni con l’intervento del corpo in toto, in modo da ottimizzare le energie a disposizione per poter aumentare anche la durata e la resistenza. Ricapitolando, il Kettlebell
Training permette di:

  • Incrementare la Forza;
  • Migliorare la Mobilità Articolare e la Flessibilità;
  • Migliorare la Stabilità e la Propriocezione;
  • Migliorare la Coordinazione;
  • Migliorare la Potenza;
  • Migliorare la Velocità e la Reattività;
  • Migliorare la Resistenza Muscolare e Cardiovascolare;
  • Incrementare la Ipertrofia Muscolare;
  • Migliorare l’efficienza cardiovascolare e cardiorespiratoria;
  • Incrementare la lipolisi grazie ad un notevole stimolo dell’EPOC (dispendio d’ossigeno post allenamento) e quindi accelerare il Dimagrimento;
  • Migliorare la Postura.

Il Kettlebell Training da risultati a 360°, ma per far sì che questo avvenga, è
fondamentale cimentarci con alta cognizione di causa. E’ impensabile sviluppare un allenamento sicuro ed efficace coi Kettlebell improvvisando o scaricando video da YouTube, per cui è fondamentale avvalersi di un Istruttore altamente preparato in materia.

*ANATOMIA FUNZIONALE DEI MUSCOLI DEL CORE
GRUPPI ANTERIORI:

  • retto dell’addome;
  • obliquo interno ed esterno;
  • trasverso dell’addome.

GRUPPI POSTERIORI:

  • grandi erettori della spina;
  • piccoli intersegmentali;
  • quadrati dei lombi.

Materiale preso da International Fitness Institute , Corso “Istruttore di Kettlebell”. Scritto dal Maestro CSEN/CONI Troiano Emilio.

About the Author

Luciano

Related Posts

Aggiornamento tecnico con il Prof. Nuno Sampaio
Nuova Partnership!
Stage con il Prof. Nuno Sampaio.
I° Open Mat FCS Combat Team

No Comments Yet

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

X